Articoli


Un incontro con tutti i parlamentari europei del centro Italia e l’organizzazione degli stati generali della pesca ad Ancona prima dell’estate. Questo il risultato dell’incontro avvenuto il 6 gennaio scorso a Pesaro tra i rappresentanti del mondo della pesca e il presidente del Parlamento europeo David Sassoli.

Un appuntamento organizzato dal Cisp (il Centro innovazione e sviluppo della pesca che coordina tutti gli attori principali di Ancona e Civitanova Marche del mondo ittico) e dal presidente del Consiglio regionale delle Marche Antonio Mastrovincenzo.

L’iniziativa era nata dalla consapevolezza dei rappresentanti dei pescatori, di dover iniziare da subito un confronto diretto con i soggetti che poi dovranno votare le normative e i regolamenti che indirizzeranno tutte le attività di pesca dei prossimi anni. 

Un modo nuovo di approcciarsi a regole che così potranno essere concertate con chi poi le dovrà seguire nella quotidianità del proprio lavoro.

Per questo il primo di una serie di incontri che il presidente Sassoli ha appoggiato ed apprezzato condividendo lo spirito partecipativo dell’iniziativa che le marinerie hanno dimostrato di voler seguire.

Prosegue quindi così il lavoro del Centro innovazione e sviluppo della pesca, coordinato dal Cnr-Irbim di Ancona, finanziato dal Flag Marche Centro, nel percorso di accrescimento delle competenze e della co-partecipazione nei processi decisionali mirate ad una gestione sostenibile dell’attività di pesca.

“Un incontro costruttivo e proficuo” ha dichiarato a conclusione Antonio Mastrovincenzo “in cui è emerso un grande spirito di collaborazione. La risoluzione delle problematiche della pesca in Adriatico non può prescindere dal coinvolgimento dei parlamentari europei, delle Regioni e dei Paesi interessati”.