Il Flag Marche Centro ha pubblicato un nuovo bando per “Incentivi per l’avvio di start up, potenziamento e sviluppo di Micro, Piccole e Medie Imprese già esistenti nel settore della pesca e nei settori collegati (blue economy)”.

L’iniziativa è dedicata a promuovere lo start up di nuove realtà imprenditoriali in grado di portare innovazione tecnologica, organizzativa e gestionale direttamente nel settore della pesca e nei settori ad essa collegati: ambientale, turistico-culturale, dei servizi tecnologici e dell’artigianato.

Finanziabile è anche la realizzazione di specifici piani d’innovazione (organizzativa, commerciale, tecnologica, gestionale o di processo) e di sviluppo competitivo di Micro e Piccole Medie Imprese (MPMI) già esistenti, finalizzati a rafforzane il posizionamento sullo specifico mercato.

I contributi potranno sostenere la realizzazione d’investimenti e l’acquisto di servizi e dotazioni strumentali.

Il bando scade alle ore 12,00 del 16/12/2019

Misura-1.2-Aiuti-alle-imprese-PUBBLICATO

Venerdì 13 settembre, dalle 9.30, nella sala verde dell’assessorato alla pesca della Regione Marche in via Tiziano 44, si parlerà di nuovi bandi europei. Misure per la sicurezza e salute a bordo, ambiente marino e protezione della specie sono le due aree all’interno delle quali sono a disposizione finanziamenti che verranno spiegati e approfonditi con l’assessore regionale alla Pesca Angelo Sciapichetti, Pietro Talarico, dirigente regionale, Giacomo Candi, funzionario del servizio pesca, Emilio Notti, del Cnr di Ancona, insieme a Giuseppe Micucci, responsabile di Federcoopesca, Simone Cecchettini, Legacoop agroalimentare e pesca.

La Regione Marche ha pubblicato sui propri siti istituzionali la seconda edizione dei bandi “Salute e sicurezza” e “Limitazione dell’impatto della pesca sull’ambiente marino” (misure 1.32 e 1.38) per la concessione di contributi per l’ammodernamento delle imbarcazioni da pesca, secondo quanto previsto dalle ultime disposizioni della PCP, Politica Comune della Pesca. La dotazione complessiva ammonta a 690.000 euro erogabili per la concessione di contributi al 50% sugli investimenti. Contributi che vengono elevati al 80% nel caso di imbarcazioni operanti nel comparto della piccola pesca artigianale. Gli operatori hanno a disposizione sessanta giorni dalla data di pubblicazione del bando per la presentazione della domanda.

http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Agricoltura-Sviluppo-Rurale-e-Pesca/Fondo-Europeo-per-la-pesca#4912_Misura-1.32

http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Agricoltura-Sviluppo-Rurale-e-Pesca/Fondo-Europeo-per-la-pesca#4878_Misura-1.38

 

“Da tempo il comparto peschereccio marchigiano sta manifestando grande preoccupazione per le questioni connesse ai regimi previdenziali del personale imbarcato sulle unità da pesca iscritte presso i compartimenti Regionali. La problematica riguarda l’operato dell’INPS che in via unilaterale sta procedendo con il re inquadramento dei lavoratori marittimi ex L. 413/1984 in pescatori autonomi ex L. 250/1958. Tale variazione determina la migrazione del lavoratore in un regime previdenziale decisamente sfavorevole ai fini pensionistici e peggio ancora penalizza tutti coloro che per anni si sono impegnati ad una contribuzione più onerosa. Ad aprile 2019 il tema è già stato oggetto di dibattito in sede di Consulta Regionale per l’Economia Ittica dove è emerso che seppur la questione non rientra nelle competenze dell’Ente Regionale, costituisce comunque un’urgenza per la quale l’Assessorato alla pesca si è impegnato a svolgere ogni possibile azione di mediazione tra il comparto pesca e i soggetti previdenziali titolari delle procedure di inquadramento dei lavoratori interessati. In particolare, la Regione Marche ha già predisposto tre distinte comunicazioni inviate rispettivamente ai Direttori Generali di INPS nazionale e regionale e al Direttore Generale del Ministero competente (MiPAAF) con la richiesta di istituire con urgenza un tavolo di concertazione. Non avendo ricevuto riscontro in merito la Regione ha tempestivamente provveduto a sollecitare le richieste di confronto ma ad oggi nessuna risposta è pervenuta. A tale proposito l’Assessorato alla Pesca della Regione Marche convocherà un’ulteriore seduta della Consulta allo scopo di individuare eventuali ulteriori forme di sollecitazione al confronto verso i soggetti competenti La consulta sarà anche l’occasione per recepire dalla marineria le problematiche connesse ad un altro tema di competenza prettamente statale e cioè la definizione dei periodi di arresto temporaneo individuati con DM n. 173 del 30/04/2019. Il tutto al fine di porre la Regione sempre al fianco del comparto pesca che in un periodo di forte crisi non riesce a vedere all’orizzonte un rilancio sicuro del settore”.

E’ in programma sabato 8 giugno prossimo, dalle ore 10, nella sala riunioni della Cooperativa Pescatori e Motopescherecci di Ancona in via Vanoni, un incontro per parlare delle varie opportunità che si presenteranno nei prossimi mesi grazie ai bandi europei.

Moderati da Simone Cecchettini, sono previsti gli interventi di Pietro Talarico, dirigente della Regione Marche al servizio pesca ed economia ittica, del funzionario regionale Giacomo Candi, di Emilio Notti del Cnr Irbim di Ancona e di Enrico Bigoni presidente della Cooperativa Pescatori.

 


Programma Tipicità in blu 2019

L’edizione 2019 di Tipicità in blu vede il Cisp impegnato in una giornata interamente dedicata al mondo della pesca. Ancona, dal 16 al 19 maggio, sarà teatro di tutto quanto ruoti intorno al mare: dal cibo alla nautica, dal turismo alla coltura, dall’ambiente alla pesca.

Il Centro innovazione e sviluppo della pesca, innanzitutto, il 16 maggio ospiterà gli studenti della Kelley School Of Business Indiana University  con una visita al mercato ittico di Ancona durante le operazioni e un laboratorio didattico sulle peculiarità del mare Adriatico, dal punto di vista della blue economy.

Venerdì mattina, in collaborazione con il Settore sviluppo dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale, sarà la volta dei bambini della scuola elementare De Amicis di Ancona che andranno a scoprire dal vivo il Mercato centrale, la Cooperativa pescatori e i pescherecci.

Sabato 18 maggio, alla Mole, nella sala boxe, dalle 9.30, inizierà la Giornata della pesca. La mattina, dopo i saluti istituzionali, ci sarà un focus sul Cisp, sui risultati raggiunti dal progetto nel sostegno alla produzione e valorizzazione del prodotto ittico locale e sulle prossime attività in programma.

Nel pomeriggio l’attenzione sarà riservata alla valorizzazione del prodotto fresco locale. Dopo l’intervento del funzionario tecnico Servizio Patrimonio e manutenzione dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale che esporrà il progetto di riqualificazione del mercato del Mandracchio, sarà la volta dell’incontro sulla valorizzazione del prodotto locale tra prospettive e buone pratiche.

Alle 18, all’interno del Blue Village, si concluderà la giornata con “Lo spettacolo della pesca”, uno storytelling condotto da Marco Ardemagni, autore e voce di Caterpillar AM, dove saranno ospiti Valeria Mancinelli, sindaca di Ancona, il dirigente della Regione Marche Pietro Talarico, il ricercatore del CNR Antonello Sala, lo chef del ristorante Ginevra Paolo Antinori, Francesca Raffaelli titolare della Biomed Food, Annalisa Giordano donna della pesca e Nicolas Emili, pescatore.

Al culmine dello spettacolo, l’assegnazione del prestigioso premio “Pavese Azzurro”, consegnato ogni anno ad una personalità che si è distinta nel mondo della pesca.

E’ previsto sabato 6 aprile 2019, alle ore 10 a Civitanova Marche, il primo appuntamento del seminario formativo per retanti organizzato dal Cisp. Un corso, ricolto agli equipaggi dei pescherecci che vuole fornire una formazione importante per tutti gli operatori addetti alla gestione delle reti durante le operazioni in mare.

In caso di rotture importanti dell’attrezzo è, infatti,  necessario agire in breve tempo e in condizioni di lavoro complesse ad una riparazione allo scopo di consentire all’attrezzo di continuare a lavorare prima di sbarcarlo nel fine della settimana e sottoporlo ad una vera e propria riparazione da parte di retanti esperti.

Questa competenza è venuta meno negli anni e si avverte l’esigenza da parte degli armatori di avere a bordo una capacità professionale che consenta agli attrezzi di continuare a lavorare anche se danneggiate, evitando quindi di rientrare in porto e sottrarre tempo utile alla pesca. Con una riparazione parziale dell’attrezzo, si può consentire all’imbarcazione di continuare a lavorare con continuità e rimandare la vera e propria riparazione nel momento del fermo settimanale.

Il corso è organizzato in 4 moduli su 4 giornate, 3 di training puro, il quarto di verifica finale. Il trainer sarà un ex-comandante e retante della propria imbarcazione che sottoporrà dei problemi comunemente occorrenti a bordo e illustrerà i metodi risolutivi che i partecipanti al corso dovranno replicare nella prova finale.

L’Organizzazione di Produttori della Pesca, in Via Pier Capponi, 28 a Civitanova Marche è a disposizione per tutte le informazioni e per le iscrizioni al seminario.

CISP retanti

La Regione Marche, in collaborazione con il Cnr-Irbim di Ancona e Assam Marche, è lieta di invitarvi al primo evento di innovation brokering per i settori piccola pesca e acquacoltura.
L’evento, finanziato e organizzato nell’ambito del progetto ARIEL (Programma ADRION 2014-2020), ha l’obiettivo di stimolare in modo aperto e informale lo scambio di idee tra tutti gli attori regionali, condividere soluzioni e progetti innovativi per creare nuove reti, collaborazioni e mobilizzare risorse finanziarie.
L’appuntamento è per il 22 febbraio 2019 dalle ore 9,30 alle 16,00 presso la “Sala Accademia” della Fiera della Pesca (Largo Fiera della Pesca) ad Ancona.
Si prega di registrare la vostra partecipazione al seguente link
 
Per informazioni:
071/806368


Con l’appuntamento dedicato alla nuova normativa che regola il rigetto del pescato sotto misura, è iniziata l’esperienza formativa del Cisp, il Centro innovazione e sviluppo della pesca. Dopo l’appuntamento organizzato ad Ancona, sabato 16 febbraio è la volta di Civitanova Marche dove, alle 10.30, nella sala riunioni del Mercato Ittico in via Pier Capponi, nell’area portuale.
Emilio Notti, del Cnr Irbim di Ancona, affronterà il tema spinoso che tanto ha fatto discutere i pescatori sul regolamento Ue 1380/2013 che obbliga di tenere a bordo il pesce sottomisura e di sbarcarlo già selezionato senza poterlo commercializzare per consumo umano.

Per approfondimenti:

https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/PDF/?uri=CELEX:32013R1380&from=IT

Con uno stanziamento di 480.000 euro, il progetto “4helix+” è un’opportunità concreta per tutte le piccole e medie imprese che operano nel mondo della pesca. Giovedì 6 dicembre dalle ore 16, a palazzo Raffaello, sede della Regione Marche, la Svim, capofila dell’Interreg-Med, presenterà tutte le possibilità date da questo progetto europeo che, attraverso i voucher, prevede contributi a fondo perduto di 10.000 che possono coprire fino al 100% dell’investimento. Il finanziamento è finalizzato all’acquisto di servizi innovativi nati dalla collaborazione tran-settoriale e sull’utilizzo della creatività per allargare il business dellle imprese Blu.